Digital workplace: migliorare l’ufficio grazie ai dati con MYSPOT

04/11/2020 eFM Workplace , MYSPOT

Il digital workplace è diventato oggi una necessità. Gartner, per esempio, di recente ha sostenuto che la pandemia ha rapidamente elevato molte tecnologie per il digital workplace dallo status di “nice-to-have” a quello di “must-have”. Un’esigenza che eFM aveva intercettato molto prima che arrivasse la crisi da Covid-19, sviluppando la piattaforma proprietaria MYSPOT che lo stesso Gartner ha inserito nelle migliori soluzioni del 2018 tra quelle che abilitano all’employee engagement, cioè al coinvolgimento dei collaboratori. MYSPOT, infatti, contribuisce a migliorare la permanenza nell’ufficio e, più in generale, in qualsiasi luogo si lavori, sfruttando i dati che si riferiscono all’uso deglispazie al comportamento di chi li abita. MYSPOT funge da ecosistema integrato per gestire le attività di facility service, abilitare diverse tipologie di spazi lavorativi interni o esterni, di accompagnare le interazioni fra gli utenti e con gli ambienti in cui svolge il lavoro.

 

MYSPOT, digital workplace per uffici accoglienti e funzionali

Il digital workplace di MYSPOT anzitutto è in grado di garantire il funzionamento ideale degli uffici, rendendoli accoglienti, salubri e compliance con l’attuale normativa in materia di distanziamento sociale. I dati di cui si serve allo scopo arrivano dai diversi dispositivi IoT (Internet of Things) che dialogano con la piattaforma alimentandola di moltissime informazioni: da quelle su temperatura e climatizzazione al livello di occupancy dell’edificio, dalla notifica sull’ultima volta che è stata sanificata una postazione fino a eventuali problemi di connettività o di corrente. MYSPOT, in sostanza, trasforma gli spazi inerti in luoghi vivi nei quali la tecnologia coopera a ottimizzare i tempi di risoluzione dei problemi che possono manifestarsi. Inoltre, solleva le organizzazioni dall’onere di dover ridisegnare il layout, nonché di dover cambiare tipologia di arredamento alla luce dei nuovi regolamenti previsti per mitigare i rischi di contagio. Basta scegliere dal catalogo MYSPOT la versione di digital workplace che meglio risponde alle esigenze aziendali.

 

Virtual concierge e building guide per una UX semplificata

Il virtual concierge è la seconda caratteristica che fa di MYSPOT uno strumento con cui massimizzare la user experience (UX) facendo leva su un uso sapiente dei dati. Il “portierato virtuale”, infatti, dà piena autonomia alle persone che devono accedere dall’esterno e muoversi all’interno degli uffici. In questo modo svincola le aziende dal problema della tracciabilità della presenza e da quello associato della reperibilità dei collaboratori. Se si tratta di freelance e lavoratori autonomi, MYSPOT riserva massima libertà nell’utilizzo del digital workplace in modalità coworking, dando una visione in tempo reale della situazione delle singole postazioni, delle sale riunioni e degli spazi comuni, nonché degli eventi formativi, culturali e di socializzazione promossi in uno o più degli host selezionati. A questo si aggiunge la funzione di building guide che MYSPOT offre con il suo sistema di wayfinding, che aiuta a raggiungere l’edificio e poi guida facilmente all’interno verso i punti di proprio interesse.

 

Come MYSPOT aiuta a conoscere l’esperienza degli utenti

La terza funzionalità con cui MYSPOT valorizza i dati raccolti aiuta migliorare la relazione fra le persone e con il contesto fisico di coloro che lo vivono quotidianamente. In pratica, il digital workplace di eFM raccoglie feedback sull’ambiente e sulle “emozioni” che caratterizzano l’esperienza lavorativa per verificare quanto la UX sia positiva o se ci sono delle criticità sulle quali è opportuno intervenire. MYSPOT non registra solamente i feedback degli occupanti, ma tramite il suo Digital Diary li accompagna durante il loro employee journey, suggerendo le tecniche e gli strumenti più adeguati per ottenere il meglio dalle loro attività. Una lettura aggregata dei dati, infine, mette a disposizione dell’HR la fotografia aggregata delle relazioni fisiche e digitali che si svolgono nell’organizzazione, così da predisporre iniziative che incentivino la creatività, la cooperazione e il lavoro di squadra. In tal senso, l’Envision Engagement di MYSPOT rappresenta un toolkit con cui affiancare le aziende verso lo sviluppo di una nuova visione incentrata sull’intelligenza collettiva delle persone.

Clicca qui e scarica il White Paper - Ripensare la work experience al tempo dell’ufficio diffuso