Ingaggiare persone ed ecosistemi per aumentare la produttività

02/12/2022 eFM Workplace , Engagement

Il tema del corporate engagement ha a che fare con la soddisfazione dei dipendenti. Più precisamente con il loro coinvolgimento e il loro entusiasmo: nei confronti dell’attività e dell’ambiente di lavoro, ma anche della cultura aziendale. 

Migliorare il corporate engagement permette di creare un ambiente di lavoro stimolante. Di accrescere il livello di interesse delle persone e, conseguentemente, il livello delle performance dell’azienda. Diversi studi infatti confermano una correlazione diretta tra la percentuale di dipendenti “engaged” e tutta una serie di risultati più o meno specifici.

Per sviluppare delle corporate engagement activities efficaci occorre partire da una conoscenza approfondita dei bisogni dei dipendenti, ma non solo. È necessario scardinare tutti quei preconcetti secondo i quali la questione del coinvolgimento del personale riguarderebbe esclusivamente le risorse umane.

In realtà il corporate engagement è un argomento che dovrebbe stare a cuore innanzitutto ai manager. Anche perché diverse ricerche dimostrano che nessuno è in grado di ingaggiare i dipendenti quanto i leader.

 

Cos’è il corporate engagement

Prima di entrare più dettagliatamente nel merito della creazione di un ambiente di lavoro stimolante, è sicuramente utile chiarire cosa si intende quando si parla di corporate engagement.

Il coinvolgimento dei dipendenti è legato al loro livello di entusiasmo nel lavoro e sul posto di lavoro. Ma aiuta anche a trarre indicazioni sull’approccio del personale verso elementi cruciali della cultura aziendale.

Misurare il corporate engagement permette di scoprire l’efficacia di tutta una serie di azioni legate al mondo HR: una su tutte le attività team building. Permette di capire se i dipendenti si limitano a svolgere una mansione, o se invece si sentono attivamente coinvolti dalla propria professione.

Secondo dati Gallup, i dipendenti attivamente coinvolti producono risultati aziendali superiori. Allo stesso tempo, soltanto il 15% dei dipendenti di tutto il mondo rientra a tutti gli effetti nella categoria “engaged” (ingaggiato, ndr).

Dunque un’azienda non può non tenere conto del coinvolgimento dei suoi dipendenti. Innanzitutto perché senza coinvolgimento migliorare le performance è molto più difficile. Per non parlare poi della relazione diretta tra engagement e fattori altri: si pensi all’assenteismo, che si riduce di oltre l’80% nei dipendenti ingaggiati. Ma anche agli incidenti, che scendono di oltre il 60%.

Ecco perché i manager sono spesso e volentieri alla ricerca di corporate engagement activities: azioni che aumentino il livello di coinvolgimento dei dipendenti. E a volte, per ingaggiare una risorsa, è sufficiente parlarci con la giusta frequenza: un semplice feedback quotidiano è in grado di triplicare la probabilità che un professionista si senta coinvolto dalla sua azienda. 

 

Come pensare le corporate engagement activities

Le corporate engagement activities sono interventi mirati alla creazione di un ambiente di lavoro stimolante. Un insieme di operazioni che dovrebbero essere caratterizzate innanzitutto da organicità e costanza. Spesso infatti le aziende si lanciano in esercizi sporadici, incapaci di aumentare stabilmente la percezione di coinvolgimento da parte dei dipendenti.

Dopodiché ci sono dei driver che permettono ai manager di sviluppare corporate engagement activities realmente in linea con i bisogni delle persone. Tra i concetti chiave da tenere sempre a mente: “scopo”, “sviluppo” e “conversazioni”; ma anche “manager premuroso” e “focus sui punti di forza”.

Le persone hanno bisogno di un obiettivo e di un significato chiari per sentirsi davvero ingaggiate dal loro lavoro. Chiedono un riconoscimento che si basi sulle loro unicità e chiedono relazioni profonde con coloro che li guidano. Da questo punto di vista il ruolo del manager è semplicemente fondamentale: basti pensare che secondo stime recenti i leader, da soli, arrivano a determinare fino al 70% di coinvolgimento dei team.

La responsabilizzazione dei leader quando si parla di corporate engagement è un elemento molto più rivoluzionario di quanto non si potrebbe immaginare. Ad oggi infatti la stragrande maggioranza delle aziende considera il coinvolgimento dei dipendenti una task esclusiva delle risorse umane. Questo, sostiene Gallup, è uno dei motivi principali per cui buona parte delle azioni per creare un ambiente di lavoro stimolante non raggiunge il proprio obiettivo.

 

Come creare un ambiente di lavoro stimolante

Le corporate engagement activities dovrebbero iniziare con un’identificazione chiara: dei bisogni dei dipendenti, ma anche di eventuali ostacoli su base continuativa che caratterizzano le diverse attività sul posto di lavoro.

A livello teorico si tende a sposare un modello piramidale di corporate engagement sviluppato su quattro livelli: si comincia con interventi basici, per poi passare alle azioni individuali. Dopodiché si entra nel merito del lavoro di squadra per poter raggiungere la crescita definitiva.

A prescindere dal livello e dall’iniziativa intrapresa, è sempre utile ricordare che il corporate engagement è figlio soprattutto delle relazioni umane. Può trattarsi di un’attività di team building come di un esercizio personale. L’importante è avviare delle occasioni di conversazione che permettano di affrontare eventuali problemi di coinvolgimento della forza lavoro.

Anche l’Hubquarter rappresenta un tema in grado di avere un impatto considerevole in termini di incremento dell’engagement. L’utilizzo di un ufficio diffuso permette di migliorare la life integration tra vita privata e lavorativa, ma non solo. Consente anche di stimolare le sopracitate necessità relazionali dei dipendenti.

Un ultimo aspetto da tenere a mente è la differenza che esiste tra il concetto di coinvolgimento del dipendente e il più vasto concetto di “experience” del dipendente. L’experience coinvolge tutti gli step che caratterizzano il rapporto della risorsa con l’azienda: dalle fasi di pre-assunzione a eventuali interazioni post-uscita.

Le experience dei dipendenti vengono generalmente distinte in più cicli. Lo scopo delle corporate engagement activities è rendere ogni ciclo più stimolante e ingaggiante. In questo modo il coinvolgimento della persona diventa tale da influenzare direttamente tutta la sua esperienza con l’azienda.

 

CTA-ricerca_New_Ways_of Working